Visual Merchandising: non solo Vetrinista!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Articolo di approfondimento nel settore corsi per diventare visual merchandiser

INTRODUZIONE

Chiamarlo vetrinista non solo è old fashioned, ma anche riduttivo.
Un tempo, entrato nel negozio il cliente veniva servito dal commesso e, quasi sicuramente, acquistava qualcosa. Oggi, con la grande distribuzione, il cliente entra nel negozio, osserva, tocca, e forse acquista qualcosa.

Il cliente, per acquistare, ha bisogno di essere delicatamente invitato all’acquisto, con la stimolazione visiva, sonora, dei colori e delle immagini.

visualapprof

LA FIGURA PROFESSIONALE DEL VISUAL MERCHANDISER

Il visual merchandiser è proprio quel professionista il cui compito è curare l’aspetto del negozio nella sua interezza, non solo la vetrina.

Modellare il negozio in maniera accogliente e familiare, predisporre “percorsi” all’interno dello stesso per indurre il cliente a visionare e apprezzare merci di cui non conosceva l’esistenza sono compiti del visual merchandiser.

È una nuova professione che richiede conoscenze a tutto tondo: illuminazione, marketing visivo, psicologia, conoscenza dei brand e delle tendenze di mercato.

Il suo compito non è solamente di promuovere l’acquisto di un prodotto commerciale, ma di proporre soluzioni di vita. Che sia un completo d’abbigliamento o un’arredamento di interni, il visual merchandiser deve imporre al cliente un acquisto, non forzando – ovviamente – ma guidandolo incosciamente all’essenzialità di quel prodotto.

IL CORSO DI VISUAL MERCHANDISER

Oggi, per diventare visual merchandiser ci sono degli appositi corsi di formazione: possono durare – a seconda della profondità in cui gli argomenti sono svolti – qualche mese o addirittura due o tre anni.

Certamente, l’esperienza sul campo ha una grossa importanza, tenuto anche conto che si tratta di una professione che impone formazione continua.

Una volta formato, il visual merchandiser può essere assunto come dipendente di una catena commerciale, oppure lavorare in autonomia.

Può lavorare in qualsiasi contesto commerciale: negozi d’abbigliamento, catene alimentari, concessionarie, farmacie…

Le caratteristiche di questo professionista sono la creatività e la passione per il suo lavoro. Deve inoltre essere disponibile a trasferte e movimenti sul territorio, costantemente aggiornarsi sulle evoluzioni del mercato e delle tendenze.

Una nuova professione, al passo coi tempi, che apre sicuramente nuove strade lavorative, ideali per chi abbia passioni grafiche, artistiche unite a uno spirito commerciale.

E per concludere questo articolo, ecco un elenco di risorse a tema per approfondire l’argomento:


Modulo Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.